HOME VISITING NEL POST PARTO2018-04-24T13:48:29+02:00

HOME VISITING

Di cosa si tratta e a chi possono essere utili

Il periodo che segue la nascita di un figlio (in particolare le prime 2-3 settimane dopo il parto) rappresenta il momento in cui si creano le basi del benessere relazionale e della futura salute psicofisica del bambino, della madre e di tutta la famiglia.

Se sei diventata mamma da poco e ti senti in balia del tuo nuovo ruolo, se hai dubbi, se sei in difficoltà nella cura del tuo bimbo, forse posso esserti d’aiuto.

Le visite al domicilio, rispetto a quelle in ospedale, risultano molto più apprezzate dalle madri. E forse potresti beneficiarne anche tu!

Il supporto che posso offrirti è finalizzato a promuovere il tuo benessere, quello del tuo bimbo e dell’intera famiglia. Il mio intervento vuole sostenere la fisiologia dell’adattamento postnatale, l’allattamento al seno, la prevenzione e la diagnosi tempestiva di eventuali patologie (depressione postnatale innanzitutto).

Non giudicherò te e il tuo essere madre, né la tua fatica e neppure la tua casa disordinata. Ciascuna madre sa come esserlo al meglio, ma nei primi momenti con in braccio il tuo bimbo tutte le tue certezze possono vacillare, puoi avere mille dubbi e incertezze, magari non ti senti una buona madre, oppure ti senti sola (e magari lo sei) ad affrontare la responsabilità della cura.

Se hai voglia e/o bisogno di condividere con un professionista le tue difficoltà puoi contattarmi e insieme lavoreremo per ridarti fiducia nelle tue competenze.

Con il mio sostegno riuscirai a trovare in te stessa la forza e la capacità di accudire il tuo piccino e riuscirai a trasmettergli fiducia e sicurezza.

Il servizio di home visiting nel post parto ha i seguenti obiettivi:

  • fornire consulenza, sostegno ed assistenza a te mamma ed al tuo bebè nelle prime settimane di vita
  • favorire il vostro legame di attaccamento
  • aiutarti ad instaurare una buona relazione con il neonato, a comprenderne i segnali e a rispondergli in maniera adeguata (il pianto, il bisogno di contatto e contenimento, il ritmo sonno-veglia)
  • sostenere e promuovere le tue competenze genitoriali
  • migliorare la capacità di gestione e cura del tuo bambino, rafforzando la stima e riducendo l’ansia legata all’insicurezza
  • promuovere e supportare un corretto, soddisfacente e prolungato allattamento al seno sostenendoti nell’avviamento e nella continuazione
  • osservare la crescita e il benessere del tuo bambino
  • sostenere la tua ripresa fisica ed emotiva

APPROFONDIAMO L’ARGOMENTO…

Cosa significa per me essere una psicoterapeuta

by |5 Aprile 2017|Categorie: Iniziative, Interviste e Proposte, Psicopatologie della gravidanza|

"Quando un paziente mi racconta quanta fatica fa a stare al mondo, so che lo sto alleggerendo un po' da quel disagio. Quando mi racconta i suoi successi, la sua gioia è anche la mia. [...]

Post-partum.it mi ha intervistata sulla DPP e il Progetto Gemma

by |28 Marzo 2017|Categorie: Iniziative, Interviste e Proposte, Psicopatologie della gravidanza|

Ecco l'intervista che Valentina di www.post-partum.it mi ha fatto sul Progetto Gemma, al quale tengo infinitamente. Grazie mille a Valentina e alla redazione di Post-partum.it. Potete trovare la versione originale cliccando qui. Per qualsiasi [...]

Quando il ginecologo mi disse: “Ha voluto la bicicletta…?”

by |1 Marzo 2017|Categorie: Parla Patrizia, Psicopatologie della gravidanza|

Hai voluto la bicicletta? Adesso pedala! Traduco: la bicicletta in questione si chiama Giovanni e pedalare significa non lamentarti! La bicicletta l'ho voluta eccome...Giovanni è la scelta che rifarei sempre e comunque. Ciò che non [...]

Torna in cima